wall:out cresce

A cosa stai pensando?

wall:out è un progetto che cresce con le idee di tutti. Entra in redazione!

112 views
1 min

Sguardo attento, prontezza di giaguaro e attenzione sempre desta. Mimetizzato tra il pubblico di un evento o arrampicato su qualche scosceso territorio ligure, il contributor di wall:out è un animale che fa delle sue competenze una risorsa collettiva. Atteggiamenti tipici: non dà niente per scontato e allena assiduamente il pensiero laterale.

Non finiremo mai di riprendere la storia dall’inizio, di ripercorrere le nostre tappe da quell’ormai proverbiale sasso nello stagno (Manifesto wall:out) fino a oggi, alla vigilia del nostro primo compleanno.  (Se ti sei perso qualcosa, qui trovi tutto quello che serve sapere su di noi.)

Tutto si basa su ciò che stai pensando, perché ha valore. 

Pensare è un’azione che ha valore, che richiede lo sforzo di trasformare l’indistinto in distinto (e giocare con le parole, perché il pensiero è parola). Pensieri e parole non sono cosa da niente. Sono cose concrete che possono fare la differenza.

Più pensieri e parole ci sono, più facciamo la differenza. 

Scrivici per entrare in squadra:

*Campi obbligatori

Immagine di copertina:
wall:in media agency

wall:out è un magazine online che approfondisce società, arti e scienza. È un progetto di condivisione di informazione, idee e punti di vista.

È un sisma con epicentro Genova.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Via Fracchia
Articolo Precedente

28 Marzo 1980: il giorno dei misteri per Genova

Einstein
Prossimo Articolo

Una confezione di frutta candita per il giovane Einstein

Ultimi Articoli in Small

Rigenerazione

Amore che ingloba, che sovrasta, che divora. Può chiamarsi amore?