CHI SIAMO

Chi c'è dietro wall:out
perché lo fa e con quale spirito

chi siamo
PROGETTO

Wall:out è un magazine online che approfondisce società, arti e scienza. È un progetto di condivisione d’informazione, idee e punti di vista. Si configura come un sisma con epicentro Genova.

PERCHÈ

Si presenta al pubblico nell’aprile 2020 in pieno scenario apocalittico da pandemia e lockdown, nato dalla volontà di dare voce al tessuto culturale dei giovani genovesi, laddove da anni non è presente un simile catalizzatore di idee, risentendone l’ambiente dal punto di vista della scarsa vivacità del confronto culturale.

CHI

Circa una decina di menti operanti, un designer come art director, un’artista come caporedattrice, e un’altra buona decina di contributor provenienti dal mondo dell’associazionismo e giovane imprenditoria genovese: Wall:in, Mixta, CDWR, Gossypium, EdArte, The Black Bag e il Ce.Sto sono alcune tra le realtà che Wall:out coopta. Tutti giovani genovesi con competenze, qualifiche, lauree, che autonomamente mettono a disposizione per un confronto reciproco.

COSA

Wall:out è un progetto di comunicazione che investe sulla collaborazione. Più persone collaborano più idee si confrontano e più è entusiasmante la relazione, il discorso. Wall:out mette in piedi e alimenta discorsi su quanto accade a Genova, ponendo le basi per allargarsi piano piano anche fuori dalla realtà cittadina. Il progetto Featurings è l’apertura verso i nuovi discorsi delle giovani associazioni culturali che rende Wall:out un canale fluido di informazioni, linguaggi e punti di vista.

COME

Comunicazione è mettere in piedi e alimentare discorsi: Wall:out si appoggia a Wall:in Media Agency per garantire uniformità tra la qualità tecnica della presentazione e la qualità dei contenuti. Attualmente i canali di comunicazione sono interamente online, dal sito web ai social networks alla piattaforma per i podcast.

MANIFESTO

Se vuoi maggiori informazioni

Redazione

Caporedattrice

Vice Caporedattrice

TEAM

Social Media Manager

Aspirante autodidatta amatoriale in fotografia, organizzazione di festival, social media managing. Ascoltatrice seriale di podcast, wannabe pole dancer, incasella il mondo che la circonda in tabelle excel.

Illustratrice

Nata a Genova, si è diplomata in pittura e innamorata dell’illustrazione. È specializzata in illustrazione digitale con la quale sta lavorando attualmente. Negli anni ha sperimentato anche l’animazione, sia 2d che stop motion. È sognatrice dalla frangetta fino alla punta dei piedi e vive nelle immagini che crea. Adora l’ambito editoriale ed immergersi ogni volta in un articolo e tema diverso. Attualmente lavora nel sociale, ma spera nel futuro prossimo di vivere esclusivamente come illustratrice professionista.

Illustratrice

Classe ’94, vive a Genova vicino al mare. È una giovane illustratrice che ama la sperimentazione e la ricerca visiva in tutte le sue forme, compreso il meraviglioso mondo dell’animazione. La sua particolarità è non poter essere inscatolata in uno stile soltanto, perché ogni cosa da raccontare ha la sua bellezza, sua soltanto, e l’immagine va a pari passo. In Aprile 2020 si è laureata in Illustrazione all’ISIA di Urbino ed ora, è pronta a dare con passione il suo contributo.

Videomaker

La sua passione per il videomaking nasce con la peggior attrezzatura immaginabile (perché tutti i soldi andavano spesi in tavole e attrezzatura da skate) girando la città con i suoi amici a documentare tutti i loro trick. La fotografia è arrivata un paio di anni dopo: al liceo un fotografo professionista teneva un corso trimestrale e rimane folgorato da questi oggetti capaci di fermare il tempo.

Autori

Siciliana emigrata a Genova per puro caso, alla ricerca di ogni singolo angolo bello della Liguria. Laureata in giornalismo, editoria e comunicazione, appassionata di tutto quello che trova posto sul Web. Grafomane e accumulatrice seriale, colleziona libri sottolineati, cartoline e riferimenti della cultura Pop.

Laureato in Ingegneria Civile e Ambientale all’Università di Genova, si è specializzato in Pianificazione del Territorio all’Università Leibniz di Hannover. Socio fondatore e Project Manager dell’Associazione Culturale CDWR, attraverso la quale diffonde una cultura nuova di rigenerazione urbana.

Critico e curatore, collezionista d'arte contemporanea e modernariato polveroso, appassionato di grafica pubblicitaria e fotografia, passa il tempo a scoprire sempre qualcosa di nuovo ogni giorno. Nel tempo che resta riflette sul futuro e sulla vita mentre coltiva la terra e beve vino.

Artista classe 1996, co-fondatrice di MIXTA, si interessa di più o meno tutto. Pratica Kung Fu e medita una volta al giorno. Vive, studia e dipinge a Genova, città dove è nata e per la quale ha deciso di investire le sue energie. Vuole cambiare il mondo e dà ripetizioni di latino e greco.

Un passato da ballerina, un presente da laureata in Storia dell’arte contemporanea, ambizioni da superstar. Non esce di casa senza rossetto, un libro in borsa e il fiatone di chi è sempre in ritardo. Si diletta a organizzare il Cotonfioc Festival e a tradurre testi d’arte dall’inglese.

Giurista per studi, politicante moroteo per vocazione. Appassionato di diritto parlamentare, colleziona libri e dvd avendone letti e visti alcuni.

Classe ’95, nata a Genova, con il cuore sempre in questa città ma con il corpo in movimento. Inizia gli studi a Pavia, per proseguire poi a Tolosa, Bologna, Bilbao e Montevideo. Laureata in International Affairs e appassionata di America Latina - ma soprattutto di empanadas e Malbec. Impegnata nella lotta alle mafie e volontaria dell’associazione Libera fin dal liceo.

Giornalista freelance. Genovese trapiantata a Roma. Inizia la sua carriera a Milano tra le scrivanie di Class Editori. Lavora al desk di The post Internazionale, approda a Radio3 come tirocinante. Dopo un periodo sul campo in Bosnia, ha documentato le drammatiche storie della Rotta Balcanica. Vive a Trastevere insieme ai suoi due gatti. Attualmente scrive su Domani editoriale.

Genovese doc e aspirante tuttologa. Tra diverse lauree e studi, dal mondo umanistico a quello medico/sanitario, nel 2019 fonda con Arianna e Silvia l'associazione culturale MIXTA. Amante di cibo, chiacchiere e vino le sue più grandi passioni sono l'arte e il cinema. Motto: un film al giorno toglie il medico di torno.

Nasce e vive a Genova, dove ha studiato Economia e altre cose noiose. Finisce a lavorare a Milano, dove ora insegna Sociologia della cultura all’Università di Milano-Bicocca. Nel frattempo, ha scritto di cibo e altre cose divertenti su riviste scientifiche, quotidiani on line (Genova24.it) e su qualche libro (Carocci Editore). Per il resto, si dedica a due discipline antiche: arti marziali cinesi e degustazione di vino.

Storica dell’Arte laureata con una tesi sui bestiari medievali presso il Courtauld Institute of Art di Londra. Negli ultimi anni trascorsi tra Italia, Germania e Inghilterra si è interessata di storia dell’arte medievale, musei, didattica e divulgazione. Europea ma genovesissima.

Formazione scientifica basata su liceo scientifico e lauree in biotecnologie e biotecnologie industriali. Appassionato di comunicazione ha svolto una scuola di comunicazione scientifica per 6 mesi. Ha anche un canale YouTube di divulgazione scientifica. Non si interessa solo di scienza ovviamente, ma è il terreno dove si muove meglio e che crede, ancora un po’ romanticamente, di voler condividere con un pubblico più largo possibile.

Classe ’95. Laureato in Scienze Internazionali e in Storia contemporanea.
Innamorato del mondo e con un semestre in Norvegia alle spalle.
Nel giugno 2018 ha fondato il progetto editoriale Frammenti di Storia, che porta avanti quotidianamente insieme a giovani da tutta Italia. Appassionato di geopolitica, di trekking e di vita outdoor in genere. Sta poco fermo.

Laureata in Archeologia, ma appassionata anche d’arte tanto da aver intrapreso anche gli studi in storia dell’arte alla Sapienza. Non solo arte, ma anche tutto ciò che riguarda la curatela, le mostre, gli artisti e la critica d’arte. Sogno nel cassetto? Diventare curatrice di mostre e scrittrice d’arte.

CONTRIBUTORS

Nata a Milano nel 1991, da quasi venti anni vive a Genova, dove ora si dedica all’associazione culturale EdArte, di cui è co-fondatrice. Una formazione umanistica e un’indole creativa e curiosa la portano ad entusiasmarsi per l’arte, le diverse culture e cucine del mondo - che prova a reinterpretare ai fornelli. Ama stare in movimento, nel verde, in acqua o appesa a tessuti aerei; si diverte a creare gioielli, illustrazioni e oggetti di ogni genere.

Sostenitrice dei diritti umani, appassionata allo studio della legge, prossima alla laurea in Giurisprudenza. Amante di tutti gli animali, in particolare del suo cane, di nome Zik, lo considera come il suo fedele destriero nelle battaglie della vita. Le piace vedere il mondo dall’alto, magari su un tacco 10 cm. Conquista le persone per la sua determinazione e l’eleganza nei modi di essere, ma la puoi facilmente corrompere con una barretta Kinder.

Storica dell’arte e curatrice, scrive per la rivista d’arte “Juliet”, lavora nel settore comunicazione di Ce.Sto e Giardini Luzzati e per la redazione di Goodmorning Genova. Co-fondatrice di Progetto A (associazione che ha realizzato progetti di curatela e promozione artistica). Sempre attenta all’attualità, con una forte vocazione per il sociale, mente aperta e curiosa, cinefila e accanita lettrice. Femminista. Viaggia spesso, vive di arti e di relazioni sociali. Scrive, scrive, scrive -sempre, ovunque, comunque.

Classe 1995, nato e cresciuto a Genova, laureato magistrale in Data Science and Engineering presso l’Università degli Studi di Genova e consulente tra Genova e Milano in ambito tecnologico e di business. Viaggiatore e appassionato di musica, nel 2019 ha fondato The Black Bag, un’associazione che si occupa di contrastare l’inquinamento sul territorio attraverso la raccolta, il riciclo e il riutilizzo di rifiuti e plastica.

Nato a Chieti nel 1996 si è diplomato presso l'Accademia di Belle arti di Brera di Milano nel 2018, attualmente studia Arti Visive e Moda presso lo Iuav di Venezia. In Abruzzo, fonda nel 2018, Unpae residenza d'artista presso il borgo di Roccacaramanico. I suoi interessi sono artistici e curatoriali.

Ultimo di 15 cloni fuggiti da un progetto a basso budget per la conquista del mondo. Ha un animale domestico immaginario di nome Stress Lavoro Correlato. Coordinatore di un centro educativo, amministratore locale, amante di tutte le cose belle come il buon vino, il pesto e la Prima Repubblica.

Nata nel 1999 a Genova, studentessa fuori sede a Milano. Ascolta e osserva molto, ma a volte non le basta, quindi scrive. E ha scoperto che le piace molto. Crede fortemente nel binomio cultura-economia e nella possibilità di perfezionarlo nel tempo.

Classe 2000, studentessa di Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Diplomata al Liceo Classico. Genovese innamorata della propria città, della storia e dell’arte che permeano tutto (o quasi) ciò che ci circonda. Ha collaborato con il Museo Diocesano di Genova e con il Suq.

Emanuela detta Malo, genovese, 24 anni, quasi psicologa della salute. Mentre cerca di capire come fare quello che le piacerebbe fare nella vita, legge un libro dopo l’altro e organizza viaggi che prima o poi farà.

Psicologa e psicoterapeuta di approccio analitico-bioenergetico, lavora presso il suo studio nel centro di Genova. La sua frase guida è quella scritta da Baricco: “Sapeva ascoltare, e sapeva leggere. Non i libri, quelli son buoni tutti, sapeva leggere la gente. I segni che la gente si porta addosso.”

Nata a Genova nel 2002. Frequenta il quinto anno presso il Liceo Linguistico Deledda, dove studia inglese, cinese e russo. Scrive su Emergo, giornale studentesco nazionale, e su Mutismo, progetto poetico fondato da lei e due amici.

Varazzina, provinciale e "sarvæga" ma curiosa di tutto senza alcun filo logico; ai Rolli Days ha scoperto quanto le piaccia far appassionare la gente a ciò che la entusiasma. La cosa più importante che ha fatto nell’ultimo anno è stata iniziare l’Alta Via dei Monti Liguri (ah già, anche laurearsi).

Accanita spettatrice teatrale, cinefila e amante delle storie ben raccontate, poco importa se sotto forma di romanzo, danza o poesia. Una laurea in lettere e spettacolo le ha permesso di coltivare la sua passione smodata per la performance. Grazie a «Birdmen Magazine», di cui è caporedattrice, le capita raramente di stare a lungo nello stesso posto.

Classe 1996, genovese di nascita, studia Comunicazione e Società presso l’Università Statale di Milano. Fondatore e direttore artistico del progetto CODE WAR, nonché dj e produttore, vive a Genova per dedicarsi radicalmente a coltivare la scena locale e a costruirsi un futuro come operatore culturale. È il presidente dell’Associazione Culturale CDWR.

Aspirante giornalista laureato all’Università di Sheffield. Appassionato di cultura hip-hop, street art e pallacanestro. Sfegatato tifoso dei Philadelphia 76ers. Trust the process!

Anima in pena e girovaga. Genovese di nascita e di indole, studia a Bologna Relazioni Internazionali e cerca di sfuggire alla noia mangiando e stando all’aria aperta. E’ nata nell’epoca sbagliata, ascolta solo cantautori morti e adora le carte e le sagre. Scoprire posti nuovi è la cosa che più la entusiasma.

Le sue cittadinanze sono quella europea e genovese. Laureata in Comunicazione e laureanda in Human Rights. Attivista h24, ha una passione per gli indiani del nord America, per i diritti dei carcerati e delle donne. Ama viaggiare, il trekking, i tatuaggi e gli Ex-otago. Le piacciono le storie dei dimenticati e scrivere. Scrive ovunque, scontrini della spesa compresi. Estremamente disordinata e maniacalmente organizzata, appassionata di astrologia, lettura fantasy e della marvel.

Alpinista, cuoco e politico. Insieme ad alcuni amici ha fondato l’associazione Supernova, per promuovere la buona politica in città. Ogni tanto scappa in montagna a cercare il ghiaccio (anche perché fra qualche anno sarà tutto sciolto). Amatore della buona cucina e scarso giocatore di tennis.

Giornalista genovese, studia Lettere Moderne e vive di sport. Scrive di tutto, che forse è troppo ma non è mai abbastanza. Benedetto Croce diceva che fino a 18 anni tutti scrivono poesie e che, da quell’età in poi, rimangono a scriverle solamente due categorie di persone: “i poeti e i cretini”. A 24 anni, lui non ha ancora capito da che parte stare.

Medico, Psicoterapeuta Breve Strategico e specializzando in Psichiatria. Appassionato di crescita personale, psicologia, sport, cucina e viaggi. Essere medico per lui vuol dire cercare di contribuire al benessere globale, fisico e mentale, della persona.

Nata a Genova, il 07/07/1994. Diplomata al liceo Sociopsicopedagogico. Iscritta al quinto anno della laurea magistrale in Giurisprudenza.

Figlia dell’Europa e del mare della sua città; le piace pensarsi cittadina del mondo, ama la vita all’aria aperta e rispetta profondamente la natura e tutti gli esseri che ne fanno parte. Ha una laurea triennale in Ingegneria Edile – Architettura ed ora sta ultimando la laurea magistrale affine. Odia profondamente le ingiustizie, per questo trova molto difficile non schierarsi. Ama lo sport in ogni sua forma ma un posto speciale nel suo cuore lo avrà sempre il calcio, sport che l’ha plasmata e insegnato il gioco di squadra.

Genovese di nascita e di cuore, latino-americana nell’anima e spagnola di adozione. Nel ruolo di architetto si occupa di progettazione partecipativa di processi urbani, architettonici e comunitari. Ha vissuto e lavorato tra Europa e Sud America. Le piace fotografare gente, città, città con la gente.

Parte del Consiglio direttivo di “Amici dei Musei Liguri e di Palazzo Ducale”, ha rimbalzato a vario titolo per le sale di diverse sedi museali di Genova. Sogna folle a invadere le mostre della città; stesse mostre che visiterebbe a quel punto solo in orari impossibili per non incontrare nessuno.

Laureata in Lingue e letterature moderne e dottoranda in Digital Humanities all’Università di Genova, nel tempo libero fa il mestiere più bello del mondo: l’insegnante. Non sei d’accordo? Nota sul diario. Danilo Dolci diceva che “ciascuno cresce solo se sognato”: lei ama sognare la gente, odia le ingiustizie e ama Fabrizio de André. Non a caso.

Ciclista urbana improvvisata velocista per gare mattutine tra Caricamento e Dinegro. Biologa Marina candidata al nobel per la protezione del mare dalla plastica. Quotidianamente disordinata e sorridente (Nonna Grazia docet.) Non toglietele il sacro rito del gorgheggiare della moka la mattina.

Dottoressa di ricerca in Filosofia, si occupa di pensiero nietzscheano, pop-filosofia e filosofia del corpo, temi di cui scrive e parla tantissimo. Insegna Filosofia e Storia al Liceo Mazzini di Genova. Studia danza classica da sempre. Nel 2018 è diventata mamma e da allora è inarrestabile.

Nato a Genova il 7 marzo 1995. Cresciuto a Boccadasse. Diplomato al Liceo Scientifico Martin Luther King di Genova. Laureando in Biotecnologie presso l’Università degli Studi di Genova. Presente con la poesia Ladri Legali nell’antologia “Premio CET Scuola Autori di Mogol, VI edizione”. Presente con la poesia Anomalia nell’antologia “Verrà il mattino e Avrà il Tuo verso - Poesia d’Amore”. Presente con la poesia Il Faro nell’antologia “Premio Internazionale II Federiciano, undicesima edizione”. Autore della raccolta di poesie Intermittenza, pubblicata il 14 dicembre 2019 da Aletti Editore.

Frequenta la magistrale di Ingegneria dei Materiali a Torino e nel frattempo si impegna a ridurre a zero il suo tempo libero. Lavora come animatrice scientifica, ama collegare la scienza alla politica e alla vita quotidiana e fa parte dell’associazione Libera contro le mafie.

Piemontese adottata con successo dalla Superba. Storica dell’arte contemporanea. Le sue ricerche principali riguardano i falsi quadri di Modigliani, cominciando dallo scandalo genovese del 2017, per questo motivo è convinta che il fantasma del pittore bohémien vegli su di lei incasinandole la vita.

Aspirante onnisciente, si barcamena tra i molteplici compiti da assistente di galleria da Pinksummer (Genova), la gestione delle mostre al Cotonfioc Festival, le ricerche per un progetto con l’Università IULM, e ora anche la scrittura di roba potenzialmente interessante per wall:out. Vicolara, cinefila, pasticcera professionista gluten free e centro d’ascolto per amici, artisti e chiunqueabbiabisogno.

Featurings

Associazione culturale creata nell’ottobre 2018 da undici giovani laureati provenienti dall’Ateneo genovese (Storia dell’Arte, Architettura, Archeologia, Lingue, Lettere). EdArte si occupa di mediazione culturale e didattica con lo scopo di rendere i luoghi della cultura accessibili e comprensibili attraverso una partecipazione attiva e collettiva.

Labiba vuole essere un ponte tra chi vive e chi ascolta. Racconta la Palestina attraverso le storie e la ricchezza dei luoghi. Labiba è un luogo sicuramente lontano ma esiste e, non è solo occupazione militare del suolo, ma anche land grabbing, water grabbing, sfruttamento delle risorse e dei lavoratori.

Mixta - Realtà Fluida di Ricerca Artistica, è un progetto nato a Genova il 4 maggio 2019 dall'idea di tre giovani artiste; si configura come catalizzatore di idee e di per- sone. Approfondisce la relazione tra arte e società, e arte e territorio.

SCRIVICI