Arte in Bignami Genova Pra’

Dormitorio a chi?

La voce di Pra’ tra educazione alla bellezza e socialità. Arte, musica e frisceu.

202 views
3 min

Appuntamento in agenda: sabato 18 settembre, Piazza Bignami, Pra’. Come rendere meno anonimo un sabato di fine estate? Ve lo dico io. Prima edizione di “Arte in Bignami”, esposizione organizzata dal Collettivo Burrasca in collaborazione con l’associazione A.N.P.I sezione di Pra’, nella cornice del FusinArte. A due minuti a piedi dalla stazione ferroviaria.

L’evento partirà alle 11 e prevede l’esposizione di opere di artisti provenienti dal territorio genovese, in un vortice poliedrico di forme ed espressioni. “Quadri, illustrazioni, fotografie, sculture, ma ci saranno anche libri, artigianato”.

Dalle 18 aperitivo al tramonto con frisceu e buona musica, ovviamente live.

A proposito! La call for artists è sempre attiva!

Sei in cerca di un luogo nel quale esporre le tue opere? Vuoi far sentire la tua voce creativa? “La manifestazione sarà ovviamente gratuita e libera, non bisognerà pagare nulla, ma potrete vendere le vostre opere. Avvisate i vostri amici se sono timid*, spronatel* a partecipare, che l’arte in casa fa la muffa.”

Sono disponibili ancora dei posti per coloro che vogliono partecipare: semplicemente prenotando via messaggio Whatsapp al numero 348 52 75 695.

Arte in Bignami nasce da anni di impegno del Collettivo Burrasca per portare al quartiere di Pra’ una resistenza culturale fatta di eventi che mirano a creare aggregazione sociale. Arte, musica, incontri, riflessioni, cineforum.

La riqualificazione urbanistica di Pra’ è terminata da tempo, restituendo nuovamente al quartiere popolare, portuale e operaio un aspetto dignitoso.

“La riqualificazione di un quartiere non deve limitarsi all’ intervento edilizio e infrastrutturale, quanto sulla sovrapposizione di iniziative sociali e artistiche.” 

Bignami in Arte promette di essere un progetto “che vive per dare voce a chi si impegna per scrivere una storia ad un libro che ha solamente una bella copertina. Scendete in piazza con noi e aiutatevi/aiutateci a realizzare il vostro/nostro obiettivo educando le persone alla bellezza“.

Tutti carichi allora per questa prima edizione, pilota di una manifestazione che prenderà cadenza annuale, ogni Settembre. E noi siamo curiosi di leggere le pagine di questa nuova storia fatta di arte e condivisione. 

(Che poi a modo loro, anche i frisceu al tramonto con musica in sottofondo sono arte)

Immagine di copertina:
Foto di Collettivo Burrasca


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.
Oppure scrivi un commento nel form qui sotto.


Ha una laurea in chimica ma (al momento) non la usa, nel frattempo continua a studiare nel ramo dell’ambiente. Agonista da 13 anni, oggi finalmente vive del suo sport. Scappata da Genova per 3 anni e ritornata con la voglia di scoprirla davvero: l’esser zeneise è una croce che va portata con onore. Ama i dinamismi ed i collegamenti trasversali. Selvatica, un po’ come la sua terra.

Articolo Precedente

Poliedri: scuola per educare alla cittadinanza attiva

Prossimo Articolo

Con le parole ovunque: l’intervista

Ultimi Articoli in Small