Go Genova

Zena viva: i tour a tema di Go Genova

Scoprire la Genova nascosta non è mai stato così facile grazie all’aiuto di guide esperte.

240 views
4 min

Quando avevamo letto Quel blu di Genova di Michele Mozzati eravamo rimasti così affascinati non solo dalla storia (il jeans che dal capoluogo ligure arriva a San Francisco e diventa uno dei tessuti più conosciuti al mondo, l’amore tra Ernesto Giudici, Francesco Esposito detto Cesco e Maria Celeste Sommariva detta Cielo) ma anche da una Genova passata, vibrante in pieno periodo Risorgimentale. E dopo aver letto le ultime parole del romanzo, l’unica cosa che avremmo voluto fare era quella di andare a vedere con i nostri occhi i luoghi descritti.

Ma è risaputo che per le cose importanti (e sicuramente scoprire gli angoli di Genova lo è) bisogna affidarsi agli esperti. È per questo che la risposta migliore al nostro desiderio arriva da Go Genova Tours.

Go Genova Tours & Experiences è un team di guide turistiche locali, accompagnatori turistici autorizzati ed esperti del settore che offre a turisti stranieri e a cittadini curiosi tour a Genova e in Liguria. La capofila, e madre del progetto, è Sandra Mazzucato, accompagnatrice turistica esperta sin dagli anni Novanta.

L’obiettivo, invece, è quello di mettere in luce e far scoprire il patrimonio artistico e culturale dal valore incommensurabile di questa terra.

Ad esempio non potevano di certo mancare tour dedicati all’icona simbolo di Genova: la Lanterna, come Ti porto alla Lanterna e, in tempo di Covid-19, chiusure e restrizioni, il tour virtuale Mezz’ora di Lanterna. Quest’ultimo si svolge sulla piattaforma Zoom e ripercorre, tramite immagini e foto, la storia e la vita del complesso monumentale.

Ad attirare la nostra attenzione è stato, però, il tour denominato Patria, amore e jeans, liberamenti ispirato a Quel blu di Genova.

Partendo da Galata Museo del Mare, il tour è una vera e propria passeggiata raccontata tra il Porto Antico, Piazza Banchi e i carruggi nel mezzo, alla scoperta di quei luoghi letti nel romanzo e diventati famosi per essere stati teatro della nascita di uno degli oggetti di culto più conosciuti degli ultimi due secoli.

Quello ispirato al romanzo di Mozzati non è l’unico tour a tema proposto. La scelta è vasta:

Si può, ad esempio, scoprire il quartiere noto per la sua flotta mercantile che fino al 1926 era un comune autonomo con Quinto al mare: l’aristocrazia dei capitani; o ancora, saperne di più su quel luogo a Levante tanto noto grazie ad una celebre canzone di De André con Sant’Ilario, il balcone su Nervi e il Paradiso; e per chi non si accontenta e ama le curiosità, Tracce di Venezia a Genova promette di cogliere tutte le similitudini tra queste due città di mare, nemiche storiche nell’età delle repubbliche marinare.

Ma se il cibo è la vostra vera passione, noi vi consigliamo di farvi guidare negli Street Food Tour. Il centro storico più bello del mondo si unisce alla tradizione culinaria e artigianale genovese e alle lezioni di cucina. Perché se non avete ancora imparato a fare il pesto al mortaio forse è ora che lo facciate!

Immagine di copertina:
Foto di Domenico Faraone


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.
Oppure scrivi un commento nel form qui sotto.


Siciliana emigrata a Genova per puro caso, alla ricerca di ogni singolo angolo bello della Liguria. Laureata in giornalismo, editoria e comunicazione, appassionata di tutto quello che trova posto sul Web. Grafomane e accumulatrice seriale, colleziona libri sottolineati, cartoline e riferimenti della cultura Pop.

Nietzsche a Genova
Articolo Precedente

“Qualcosa di proprio, e niente più di estraneo” Sul Nietzsche genovese

Palestre chiuse
Prossimo Articolo

Palestre chiuse e spiazzi aperti fanno di Genova una ragazza intraprendente

Ultimi Articoli in Small

Il volto di Giano

Quattro conferenze sulla storia dell’urbanistica di Genova. Su YouTube l’happy hour del lunedì sera.