Notte al Museo

Una notte al museo

Questa sera avrete l’occasione unica di visitare il nostro patrimonio museale al costo di un caffè.

372 views
4 min

Siete mai stati in un museo di notte? Potrete provare questa esperienza sabato 3 luglio: in occasione della 17ma edizione della Nuit Européenne des Musées, organizzata ogni anno dal Ministero della Cultura Francese – Direzione Generale del Patrimonio, con il patrocinio dell’Unesco, del Consiglio d’Europa e dell’ICOM, infatti, alcune strutture museali ed espositive genovesi partecipano con aperture serali straordinarie ed eventi a questa iniziativa culturale.

Di seguito i musei che aderiscono alla campagna, anche con eventi dedicati:

Il Museo di Palazzo Reale e le Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola saranno visitabili dalle ore 13.30 alle ore 22.00 e a partire dalle ore 19.00 il biglietto di ingresso sarà a 1 euro, come appunto vuole la campagna serale.

Anche il Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti aderisce alla manifestazione aprendo le porte al pubblico: il programma prevede dalle 18.00 alle 21.00 dimostrazioni pratiche sulla tecnica dell’arazzo artistico, su telai ad alto e a basso liccio, con le studentesse del Corso Libero di Tessitura e FiberArt.

Dalle 20.30 gli studenti di Fotografia, Pittura e Didattica dell’Arte terranno visite guidate alla mostra Sirotti – un maestro in Accademia tra passato e presenteun percorso che intende rievocare l’interesse di Sirotti per le opere del museo, di cui negli anni ha proposto numerose rivisitazioni: 

è possibile ammirare per la prima volta opere come Cristo appare a Sant’Agostino in sembianze di pellegrino e i due grandi arazzi omaggio al Paradiso di Bernardo Strozzi e alla Pastorale del Grechetto, accanto agli originali dai quali l’artista ha tratto ispirazione.

Infine, Casa Luzzati sarà aperta dalle ore 19 a mezzanotte, offrendo un ricco calendario di proiezioni di film d’animazione oltre alla possibilità di visitare la mostra Sipari Incantati. Atto I (articolo di wall:out Cento anni del mondo Luzzati), in programma fino al 12 settembre.

I film d’animazione rappresentano un settore che ha visto il maestro Luzzati, con l’amico Gianini, arrivare ai più alti livelli con due nomination all’Oscar nel 1964 con La Gazza Ladra (durata 11′) e nel 1973 con Pulcinella, e che con L’Italiana in Algeri (durata 11′-1968) costituiscono la Trilogia Rossiniana.

Proprio l’omaggio a Rossini apre la rassegna che prosegue con la proiezione di Brancaleone alle Crociate (durata 2’40”-1970), de Il Flauto Magico (durata 46′ – 1978), della Casa dei Suoni (durata 51′ – 1993) e si conclude con Genova Sinfonia della Città (durata 15′-2005) omaggio musicale ispirato alle fiabe di Italo Calvino.

Notte al Museo
Foto di Pexels

La manifestazione si propone, in questo momento storico, come un’opportunità di rilancio e di promozione delle attività degli istituti culturali previste durante la stagione estiva.

Tutti gli eventi culturali saranno organizzati nel pieno rispetto delle vigenti normative anti-covid per evitare assembramenti e garantire il distanziamento.

Per scoprire le sedi museali e i luoghi della cultura che aderiscono all’iniziativa, nonché tutte le informazioni relative agli eventi e agli orari di apertura, è possibile accedere alla pagina istituzionale del Ministero della Cultura. L’elenco è in continuo aggiornamento. 

La Direzione generale Musei segue e partecipa all’iniziativa attraverso i propri canali social #museitaliani con gli hashtag ufficiali #museitaliani #NuitDesMusées #NottedeiMusei.

Immagine di copertina:
National History Museum, Londra. Foto di Just-pics


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.
Oppure scrivi un commento nel form qui sotto.


Aspirante onnisciente, si barcamena tra i molteplici compiti da assistente di galleria da Pinksummer (Genova), la gestione delle mostre al Cotonfioc Festival, le ricerche per un progetto con l’Università IULM, e ora anche la scrittura di roba potenzialmente interessante per wall:out. Vicolara, cinefila, pasticcera professionista gluten free e centro d’ascolto per amici, artisti e chiunqueabbiabisogno.

Articolo Precedente

Cento anni del mondo Luzzati

Prossimo Articolo

Una bandiera per svelarli, una bandiera per mostrarli, una bandiera per ascoltarli e in Via del Campo unirli

Ultimi Articoli in Small