Affetto stabile

Sex and Caruggi. Fase 2 e affetto stabile: 5 motivi per non scriver-gli/le

Pres* dalla frenesia di trovare un ‘affetto stabile’ al più presto? Ecco cinque motivi che vi faranno riflettere un attimo prima di scrivere alla persona sbagliata.

244 views
3 min

Dal 4 maggio è iniziata la fase due. Questo cambiamento ha assunto diversi significati. Per le persone che non hanno passato la quarantena in coppia ha voluto dire specialmente una cosa: ora potete scopare. O meglio, ora avete questa possibilità. (affetto stabile)

Per quelli fidanzati ma separati questo ha rappresentato l’opportunità di potersi finalmente ricongiungere e passare del tempo insieme (e farlo).

Per quelli in coppia, ma infelici, ha significato poter rivedere l’amante (e farlo).

Per voi single, invece, si sono prospettati, e si prospettano tuttora, diversi scenari. Se avevate iniziato a sentirvi con qualcuno durante la quarantena, significa che finalmente, dopo tante chiamate, video-call, sexting più o meno soft, ora avete la possibilità di incontrarvi (e…).

Se invece non vi siete dati da fare in questi ultimi mesi, ora state riconsiderando la vostra posizione di monaci buddisti. Mentre spazzate via la ragnatela che si è formata lì sotto e vi chiedete se effettivamente la verginità può ricrescere, passate in rassegna mentalmente chi potreste candidare al ruolo di affetto stabile.

Ma pensateci un attimo, è questa davvero una buona idea? Vi sembra che la situazione sia così grave da riesumare certe relazioni tossiche e incontri mal assortiti? No. 

Ecco cinque buoni motivi per cui non dovreste scriver-gli/le.

1. Non vi ha trattat* bene

Questo punto non ha bisogno di spiegazione. Abbiate un po’ di rispetto per voi stess*, diamine.

2. Non l* avete trattat* bene

Non sempre si è vittime. A volte bisogna ammettere i propri errori e accettare il fatto di essere state delle persone di merda. Quindi in questo caso, imparate la lezione e metteteci una pietra sopra.

3. Il sesso non era poi granché

Siate onest* con voi stess*: quella lingua buttata nell’orecchio non vi aveva fatto impazzire.

4. Post-rottura disagio

Se la fine della relazione ha comportato non pochi momenti imbarazzanti, diciamo anche di disagio puro, quei famosi attimi in cui speravate davvero che la terra vi inghiottisse, forse è meglio evitare di ricascarci dato che la situazione si era finalmente sistemata (aka: quando vi incrociate, fate finta che l’altro non esista).

5. È complicato

Lo sapete che lo è. Non vi sembra che il mondo abbia già abbastanza problemi? Ecco, non vi ci mettete pure voi.

Se il/la candidat* passa dunque questo test (o se semplicemente questi motivi non vi sembrano sufficientemente buoni), accomodatevi pure e scrivete! Se invece vi accorgete di aver spuntato tutti i nomi dalla vostra lista, forse vi conviene aspettare il vaccino e scegliervi meglio i partner. 

Immagine di copertina:
Katemangostar


Scrivi all’Autore

Vuoi contattare l’Autore per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.
Oppure scrivi un commento nel form qui sotto.


Storica dell’Arte laureata con una tesi sui bestiari medievali presso il Courtauld Institute of Art di Londra. Negli ultimi anni trascorsi tra Italia, Germania e Inghilterra si è interessata di storia dell’arte medievale, musei, didattica e divulgazione. Europea ma genovesissima.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Salsa Olandese
Articolo Precedente

FONDO BRUNO | Come una maionese può cambiarti la vita

Celso
Prossimo Articolo

A distanza, oltre la distanza: pillole di cultura e partecipazione attiva

Ultimi Articoli in Medium