EdArte

EdArte: 1 associazione, 2 anni, 11 colleghi e tanti progetti per il futuro

EdArte si occupa di mediazione culturale e didattica con lo scopo di rendere i luoghi della cultura accessibili e comprensibili a tutti.

394 views
4 min

Siamo davvero felici di trovarci qui, su Wall:out per portare un po’ di EdArte in questo nuovo progetto. 

Ma cos’è EdArte? Queste sono solo poche righe per presentarci.

Siamo un’associazione culturale nata nel novembre 2018, ma a noi undici Soci Fondatori piace pensare che EdArte sia nata da una serie di fortunati eventi che ci ha uniti circa un anno prima.

Nell’inverno 2017 il MIBACT infatti aveva pubblicato un bando nazionale per la selezione di millecinquecento volontari da inserire in alcuni luoghi della cultura del Ministero. Noi undici abbiamo risposto al bando e, di seguito, siamo stati selezionati per iniziare un anno di volontariato e formazione presso i due musei statali genovesi: cinque di noi presso Palazzo Reale, e altri sei a Palazzo Spinola.

Quell’anno è stato interessante, utile e culturalmente stimolante: ci siamo messi in gioco, abbiamo imparato moltissimo e vissuto il museo dall’interno, abbiamo messo a disposizione le nostre competenze ma soprattutto restituito quello che fino a quel momento avevamo imparato durante i nostri percorsi universitari, stages e tirocini.

Eravamo infatti tutti laureati, specializzandi o dottorandi, la maggior parte in storia dell’arte, non mancavano però architetti, archeologi, letterati e linguisti.

Dopo quell’esperienza avevamo ancora tante idee e voglia di fare così, nel novembre 2018, la decisione e il coraggio di seguire quel consiglio che spesso ci sentivamo dare: “Il lavoro nel mondo della cultura è poco, bisogna inventarselo o reinventarlo!”Allora cosa abbiamo fatto? Ce lo siamo inventato!

Da allora abbiamo avuto occasione di collaborare con alcuni dei più importanti musei cittadini: a Palazzo Reale abbiamo partecipato alla realizzazione di attività didattiche e divulgative legate alla mostra dedicata ad Anton Maria Maragliano, a Palazzo Spinola abbiamo portato la nostra fresca “Estate Mitica” con approfondimenti culturali, aperitivi e musica dal vivo e al Museo di Storia Naturale Doria abbiamo collaborato con l’associazione ADM occupandoci di didattica e visite guidate alle mostre temporanee. A Palazzo Lomellino ci siamo occupati della mediazione culturale durante la mostra dedicata a Bernardo Strozzi; non sono mancate le collaborazioni con gallerie e realtà private: Guidi&SchoenPrimo Piano di Palazzo GrilloABC Arte e durante la prima edizione del festival Alle Ortiche Festival alle Serre di San Nicola.

Ci occupiamo di mediazione culturale e didattica, il nostro scopo è quello di rendere i luoghi della cultura accessibili e comprensibili, attraverso un approccio serio e professionale ma senza dimenticare la parte ludica e divertente della scoperta: proponiamo approfondimenti culturali, laboratori didattici per bambini, scuole e famiglie. 

Abbiamo investito molti anni nella nostra formazione, universitaria e lavorativa, siamo innamorati di quello che facciamo e abbiamo un’idea precisa di come “fare cultura”, in questo momento, a Genova.

Wall:out ci permette di portarvi con noi, di farvi guardare il mondo della cultura con i nostri occhi. Vi chiediamo di mettervi comodi, allacciare le cinture e farvi guidare in questo nuovo viaggio, insieme.

Articolo di:
Francesca Alberti

Immagine di copertina:
Primo Piano di Palazzo Grillo, mostra “OTHER IDENTITY. Altre forme di identità culturali e pubbliche”. Foto di Nora Cirone. 


Scrivi all’Autore

Vuoi contattare l’Autore per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.
Oppure scrivi un commento nel form qui sotto.


Associazione culturale creata nell’ottobre 2018 da undici giovani laureati provenienti dall’Ateneo genovese (Storia dell’Arte, Architettura, Archeologia, Lingue, Lettere). EdArte si occupa di mediazione culturale e didattica con lo scopo di rendere i luoghi della cultura accessibili e comprensibili attraverso una partecipazione attiva e collettiva.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Pesto
Articolo Precedente

Pesto genovese sotto la lente di ingrandimento

Expo
Prossimo Articolo

Dalle Americhe al Porto Antico. Dalle Caravelle all’Expo di Genova

Ultimi Articoli in Featuring

Fluido

Cosa offre Genova nel campo del visual design? Intervista allo studio multidisciplinare Fluido.